ABITI DA SPOSA, WEDDING PLANNER E AIUTI UMANITARI
loading...

ABITI DA SPOSA, WEDDING PLANNER E AIUTI UMANITARI

ABITI DA SPOSA, WEDDING PLANNER E AIUTI UMANITARI

Qualche giorno fa la wedding planner Alessandra Pirola Baietta scriveva sui social: “ Esiste un modo davvero positivo per far fronte ad ogni cambiamento e penso sia quello di sapersi adattare e di cogliere le sfide che esso porta con sè. Sono felice di prendere parte allo straordinario progetto di Valmont Barcelona Bridal Fashion Week..” (per il post completo visitate il suo profilo instagram @alessandra_pirola_baietta).

Abbiamo, così, deciso di chiamarla e fare due chiacchiere con lei per sapere di più del suo coinvolgimento con la prestigiosa Valmont Barcelona Bridal Fashion Week, la settimana spagnola della Moda Sposa.

Alessandra ci ha raccontato di come la direttrice della Valmont Barcelona Bridal Fashion Week, Maria Ester Laruccia, abbia operato per l'apertura della manifestazione alle wedding planner e, più in generale, al pubblico globale. Le sfilate e le nuove tendenze della Bridal Couture sono sempre state, infatti, riservate ai buyer, alla stampa e agli addetti ai lavori. Da quest'anno, invece, un'audience ben più vasta, costituita da wedding planners, future spose, fashion lovers e molti altri, potrà assistere all'edizione della manifestazione – che vi ricordiamo, sarà esclusivamente digitale - .
Grazie al lavoro di persone visionarie e motivate, questo atteso appuntamento della Moda Sposa si presenta in una veste totalmente rinnovata, tecnologica e globale; una piattoforma digitale scaricabile da ogni device, che ci farà vivere in modo nuovo le sfilate e non solo.
In particolare, per l'Italia dobbiamo ringraziare Cira Lombardo, la famosa wedding planner che negli scorsi mesi si è adoperata per fare da ponte tra l'organizzazione della VBBFW e le wp italiane.

Le novità non si esauriscono qui: le wp accreditate potranno, infatti, invitare le proprie spose come “pubblico vip”, fornendo loro un codice speciale che consentirà l'accesso sulla app dell'evento a contenuti premium esclusivi e riservati.

Ma le wedding planner non saranno solo – come spesso le si immagina - “ambasciatrici di bellezza” con le proprie spose: Alessandra ci spiega l'impegno attivo di tutte nel progetto nato dalla collaborazione tra VBBFW e Save The Children: “The right to be a girl”, ovvero la campagna di sensibilizzazione e di raccolta di fondi contro il matrimonio infantile. In particolare, le donazioni serviranno ad impedire l'abbandono scolastico e a cambiare la vita di circa 1'000 bambine in Sierra Leone.
I dati globali sono sconcertanti: 15 milioni di bambine non vanno a scuola, 12 milioni di loro sono obbligate a sposarsi prima dei 18 anni. Nel mondo, ogni 7 secondi circa, una bambina sotto i 15 è costretta al matrimonio. Davanti a questo terrificante fenomeno non è possibile rimanere indifferenti e per questo la VBBFW ha deciso di dare voce a Save The Children... perchè è sposarsi è bellissimo, ma deve essere una scelta volontaria, consapevole e adulta!

Per sapere di più su “The right to be a girl” e per donare, cliccate qui.

#STOPCHILDMARRIAGE