CAFFE' SCALA BANQUETING E ALESSANDRA PIROLA: LA PRIMAVERA A TAVOLA
loading...

CAFFE' SCALA BANQUETING E ALESSANDRA PIROLA: LA PRIMAVERA A TAVOLA

CAFFE' SCALA BANQUETING E ALESSANDRA PIROLA: LA PRIMAVERA A TAVOLA

Primavera, simbolo di rinascita, protagonista di miti, poesie ed opere d'arte, è la stagione che riporta il colore e l'allegria in tutti noi.
Alessandra Pirola Baietta ha voluto onorarla con una tavola ispirata ai suoi colori. Rose, ranuncoli, tulipani, tuberosa, ginestra, garofani e rami di Cydonia Japonica di infinite sfumature di giallo e rosa sono state scelte personalmente da Alessandra insieme ad Arianna de La Fioreria. I magnifici fiori sono stati sapientemente disposti all'interno di quattro eleganti cappelliere per poter essere poi donati a ciascuno dei commensali e lasciare loro un gradito ricordo, che resterà oltre ai fiori.
I piatti in porcellana di Bitossi, dalle raffinate decorazioni azzurro polvere, ricordano con i loro motivi la tela di Jouy dei cuori di Chiara Vitale che ornano la tavola.
La Toile de Jouy è un tessuto di cotone o lino molto popolare nel '700 e '800 (Maria Antonietta e Giuseppina Bonaparte ne erano innamorate) caratterizzato dalla stampa di scene bucoliche o galanti, riprodotte con dovizia di particolari. Inizialmente realizzata nella tessitura dell'imprenditore Oberkampf a Jouy-en Josas, la tela presentava stampe tono su tono, nelle varie sfumature del beige o del grigio, molto amati dalla moda rococò. In seguito, vennero preferite le scene in rosso o azzurro stampate in campo bianco o beige. Nel XIX secolo diverse tessiture avviarono la produzione di questa tela, che sebbene fosse fabbricata in varie località e venisse chiamata “indienne”, conservò il nome di Toile de Jouy.
Tornando alla tavola di primavera, Alessandra è magistralmente riuscita a portare la primavera in un salone austero e dall'eleganza sobria di Palazzo Bovara, sede del Circolo del Commercio di Milano, immaginando l'apparecchiatura per un giardino all'aperto. Si è creato, così, un contrasto insolito, ma assolutamente armonioso e dal sapore antico, accentuato dalla preziosa e unica tovaglia in plumetis di Caffé Scala Banqueting, che ha fornito l’intera mise en place.
L’apparecchiatura, nel suo insieme, è un omaggio al Made in Italy, dall’allestimento, ai cadeaux, fino ai fiori, che provengono tutti da coltivatori italiani come tiene a sottolineare Alessandra. Ove possibile, infatti, per i suoi eventi coinvolge sempre realtà e produttori locali, con il duplice intento di esaltare le eccellenze del nostro Paese e di promuovere scelte etiche e consapevoli.
Così, anche i segnaposto sono realizzati in carta di cotone italiana su disegno di Monica , anima creativa di Momo Wedding and Brand Design; i piccoli cadeaux accanto ad essi sono mini cake realizzati in cera profumata e fiori essiccati, graziosa opera di Federica di Just Tuscany.
Desiderio di celebrare la nuova stagione, gioia e allegria sono i sentimenti che hanno animato Alessandra nella progettazione di questa tavola, che noi siamo felici di condividere, spettatori di una bellezza autentica.
 

“Alle selve, alle foglie dei boschi è dolce primavera; a primavera
gonfia la terra avida di semi.
Allora il Cielo, padre onnipotente, scende
con piogge fertili nel grembo della consorte,
immenso si unisce all’immenso suo corpo,
accende ogni suo germe. Gli arbusti remoti risuonano
del canto degli uccelli, e gli armenti ricercano Venere,
e i prati rinverdíscono alle miti aure di Zèfiro.
E i campi si aprono; si sparge il tenero umore;
ora al nuovo sole si affidano i germogli.
E il tralcio della vite non teme il levarsi degli austri
né la pioggia sospinta per l’aria dai larghi aquiloni,
ma libera le gemme e spiega le sue foglie.”


Virgilio. Georgiche, Libro II. Inno alla Primavera