Peter Langner – Casa dolce casa

Peter Langner casa

Peter Langner, il famoso couturier, diventato un nome di riferimento per la moda sposa Made in Italy, ad aprile 2020 ha realizzato un sogno a lungo coltivato: quello di creare una Collezione Casa che esprimesse il suo amore per il comfort, il calore casalingo, la bellezza e l’eccellenza dell’artigianalità italiana.

Ispirandosi ad un viaggio nella nostra campagna, Langner ha disegnato una linea di oggetti unici, fatti interamente a mano e personalizzabili, per arredare e accompagnare ogni momento della nostra giornata: lenzuola e biancheria da bagno dai delicati colori naturali, cuscini variopinti per interni ed esterni, plaid, tovaglie e grembiuli.

Peter Langner – Collezione Treoni

Le linee di questa prima collezione, chiamata Treoni, sono pulite e dal gusto sobrio, in pure stile Peter Langner. Tra i tessuti naturali utilizzati, la canapa è una grande protagonista: fresca d’estate, calda d’inverno, traspirante e dalle proprietà ipoallergeniche e antisettiche, essa ha il grande merito di essere eco-sostenibile ed estremamente resistente all’usura.

Peter Langner Casa grembiule

La Collezione Treoni è arricchita da alcune produzioni limitate ed esclusive di piccoli artigiani ed artisti, che propongono oggetti e opere in vari materiali naturali, dalla terracotta al ferro, dalla ceramica al vetro.

Peter Langner casa dolce casa

Accanto alle eccellenze italiane, troviamo alcuni piatti e tazze realizzati a mano dal maestro giapponese T. Sakamoto lavorando un particolare tipo di terriccio, il Sensyu, presente solo nella prefettura di Osaka Sud in Giappone. Le sue creazioni, tutti pezzi unici, sono essenziali ed eleganti ed esprimono quell’equilibrio e quella purezza che ben si sposano con lo stile Peter Langner.

Peter Langner casa handmade

Da oggi, quindi, la bellezza firmata Peter Langner non sarà solo da indossare, ma ci circonderà e coccolerà anche in ogni angolo di casa.

Visita il sito di Peter Langner Casa – www.peterlangnercasa.com

Valuta questa pagina
Condividi questo articolo

Lascia un commento